Sound Branding: introduzione e funzioni (parte 1)

Sound Branding: introduzione e funzioni (parte 1)

Sound Branding: introduzione e funzioni (parte 1) 150 150 Simone Barbieri

Sound Branding: Come l’audio può modellare l’identità di un marchio
(Parte I: introduzione e funzioni)

Nel mondo del marketing moderno, la competizione per catturare l’attenzione del consumatore spinge le aziende alla costante ricerca di nuovi modi per distinguersi e creare un legame emotivo con il pubblico. In questo contesto, il sound branding emerge come una potente strategia per plasmare l’identità di un marchio e suscitare un impatto duraturo nei consumatori.

Il sound branding si riferisce all’uso strategico del suono per comunicare i valori, la personalità e l’essenza di un marchio. Oltre alla grafica e al linguaggio visivo, il suono ha il potere unico di evocare emozioni e ricordi, creando un’esperienza multisensoriale. Con la giusta combinazione di musica, effetti sonori e voce, le aziende possono veicolare un’identità sonora distintiva ed associarla univocamente al proprio brand.

un esempio di registrazione di un sound branding molto popolare

Musica
La musica è uno dei pilastri fondamentali del sound branding. Le aziende scelgono con cura le tracce musicali (realizzate ad hoc o preesistenti) che meglio rappresentano la loro identità e i loro valori. Un esempio italiano è il brand Chicco Artsana, che già negli anni 80 usava una musica composta appositamente carica di suggestioni poetiche. Musiche preesistenti, invece, vengono usate spesso per evocare nel proprio target, ricordi di gioventù e spensieratezza (per esempio vecchie musiche degli anni ’80 e primi ’90, quando il target di acquirenti è la cosiddetta ‘Generation X’).

Effetti Sonori
Gli effetti sonori aggiungono profondità e enfasi all’esperienza audio del marchio. Possono includere suoni ambientali, (come il fruscio del vento o il suono del caffè nella moka) o effetti più distintivi e iconici che diventano nel tempo associati al marchio (il brand Star Wars per esempio, ha utilizzato la creatività sonora di Ben Burtt per fidelizzare il proprio target attraverso suoni divenuti ormai iconici e riconoscibili universalmente). Infine possono essere associati a specifici momenti o azioni all’interno di una campagna pubblicitaria, contribuendo così a consolidare l’immagine del marchio , come ad esempio il suono dello stappare una bottiglia può essere un elemento distintivo per un marchio di bevande.

le spade laser di Star Words sono un esempio di sound branding nel cinema

Voci e Narrativa
La voce umana aggiunge autenticità al sound branding. Le voci possono essere utilizzate per narrare storie, comunicare messaggi promozionali o fornire istruzioni agli utenti. La scelta della voce e del tono giusti è fondamentale, (ad esempio David Attenborough, sinonimo per milioni di persone dell’autorevolezza della divulgazione documentaristica della BBC).

Jingle
I jingle sono brevissimi brani musicali indissolubilmente associati a un brand; sono utilizzati in spot pubblicitari o come segnali distintivi nelle trasmissioni radiofoniche o televisive. I jingle sono progettati per essere memorabili e facilmente riconoscibili (sound mnemonic), contribuendo così a rinforzare l’identità del marchio nella mente dei consumatori (attraverso i sonic logo / signature).

Identità Sonora Globale
Un’identità sonora globale è la combinazione armoniosa di tutti gli elementi del sound branding per creare un’esperienza audio unificata e coerente in tutti i canali e i punti di contatto del marchio. Essa è parte integrante dell’immagine coordinata di un brand: l’identità sonora è distintiva, indipendente dal contesto o dal mezzo di comunicazione utilizzato, ed è in grado di richiamare alla memoria il brand nella mente del proprio target anche quando esso in quel preciso momento è distratto e non sta guardando il monitor.

La Funzione Emotiva dei Jingle e degli Effetti Sonori
Oltre alla loro funzione identificativa di un marchio, i jingle e gli effetti sonori possono evocare emozioni e sentimenti specifici. Attraverso l’uso di determinati arrangiamenti musicali o suoni, le aziende possono trasmettere messaggi emotivi che risuonino in maniera specifica con il loro pubblico target. Un jingle allegro e orecchiabile, ad esempio, può comunicare un’atmosfera spensierata e giocosa, mentre una scelta sonora avanguardistica può evocare un’idea di hi-tech e innovazione. D’altro canto a volte può essere richiesta una musica in grado di suggerire un senso di urgenza e tensione.

L’Adattamento dei Jingle e degli Effetti Sonori ai Diversi Canali Media
Nell’era digitale e multicanale, è importante che i jingle e gli effetti sonori siano adattati alle diverse piattaforme e canali media utilizzati dalle aziende. Ciò può comportare la creazione di versioni ridotte per annunci pubblicitari online o l’ottimizzazione dei suoni per la riproduzione su dispositivi mobili. L’obiettivo è garantire che l’identità sonora del marchio sia coesa e riconoscibile in qualsiasi contesto e su qualsiasi device.

i software audio sono un grande aiuto nella creazione di un sound branding efficace

Nella seconda parte di questo nostro sintetico excursus sul sound branding, vedremo alcuni esempi di successo, alcuni consigli su come un azienda può implementarlo all’interno della propria strategia di marketing, e infine quali potrebbero essere le tendenze future di questo trend in rapido sviluppo.